Citazioni varie…

I bambini sono altezzosi, sprezzanti, collerici, invidiosi, curiosi, interessati, volubili, pavidi, intemperanti, bugiardi, finti; ridono e piangono con facilità; hanno gioie smodate e afflizioni amare per inezie…
I bambini non hanno né passato né avvenire e, cosa che a noi non accade mai, godono del presente.
Jean de La Bruyère

Quando il cielo vorrà, t’avvezzerai alla mia scrittura, ed io spesseggerò le mie lettere con più coraggio.
Ugo Foscolo

La parola abbaglia e inganna perché è mimata dal viso, perché la si vede uscire dalle labbra…
Ma le parole nere sulla carta bianca sono l’anima messa a nudo.
Guy de Maupassant

Riconosco per mio solo ciò che ho scritto con inchiostro simpatico.
Gesualdo Bufalino

La gallina che cammina torna a casa colla pancia piena.
Giovanni Verga

Una persona che sa scrivere una lunga lettera con facilità non può scrivere male.
Jane Austen

Ogni estremo psicologico nutre in sé il suo opposto.
Carl Gustav Jung

I limiti del mio linguaggio significano i limiti del mio mondo.
Ludwig Wittgenstein

Ogni carattere, quando si esprime, compie sempre un tentativo di spiegare se stesso.
Giovanni Luisetto

Farsi vedere a scrivere è come farsi veder nudo: non è una cosa pulita.
Antonio Baldini

Ma può anche capitare che uno scriva delle cose, appunto, pasticciate e inutili (e questo accade sovente) e non se ne accorga o non se ne voglia accorgere, il che è ben possibile, perché la carta è un materiale troppo tollerante.
Le puoi scrivere sopra qualunque enormità, e non protesta mai: non fa come il legname delle armature nelle gallerie di miniera, che scricchiola quando è sovraccarico.
Primo Levi, La chiave a stella

Tutti abbiamo una ferita segreta per riscattare la quale combattiamo.
Italo Calvino

Qualcuno ci sorveglia mentre scriviamo. La madre. Il maestro. Shakespeare. Dio.
Martin Amis

Scrivere è sempre nascondere qualcosa in modo che poi venga scoperto.
Italo Calvino

 

Non v’è cosa che pesi meno della penna, non v’è cosa più lieta;
gli altri piaceri sono effimeri e dilettando recano danno;
la penna dà gioia sia nel prenderla in mano, sia nel deporla.
Francesco Petrarca, Lettera al Boccaccio

Scrivere non è niente più di un sogno che porta consiglio.
Jorge Luis Borges